Come potete notare nel titolo sto per confessarvi che è dal giorno 13/01/2014 che sono a dieta con il metodo Dukan.
Dopo il periodo natalizio avevo veramente bisogno di ritornare in riga e tornare in forma e avevo bisogno di provare qualcosa di nuovo per darmi una impostazione da seguire. In libreria ho trovato il libro e il ricettario del metodo Dukan e ho deciso di provare.

La dieta Dukan è sicuramente un regime alimentare controverso, ma se seguito in modo corretto raggiunge il suo risultato senza problemi per l’organismo, anzi rieduca ad una corretta alimentazione. Il regime è diviso in quattro fasi: attacco, crociera, consolidamento e stabilizzazione. Sono tutte importanti, per questo non bisogna mollare la dieta non appena si raggiunge il peso desiderato, perché si rischia di riprendere i chili persi con gli interessi!

Il principio fondamentale è quello che le proteine, rispetto agli zuccheri e ai grassi, vengono assimilate in modo più lento e laborioso dall’organismo, per cui eliminando le fonti di zuccheri e grassi e mangiando solo proteine e verdure (con le modalità specifiche della fasi del regime) si smuovono le riserve accumulate nel tempo dal corpo in modo rapido, seguendo poi le varie fasi l’organismo si abitua gradualmente a reintrodurre gli alimenti prima proibiti e si stabilizza per sempre al giusto peso.

Per l’essere umano la proporzione ideale dei nutrienti è la seguente: 5 parti di glucidi, 3 parti di lipidi, 2 parti di proteine. Quando si invertono le proporzioni si disturba l’assorbimento delle calorie nell’organismo. Proponendo all’apparato digestivo dei pasti proteici, quest’ultimo fa fatica ad “approfittare” completamente del contenuto calorico dei pasti.

Il regime proteico è idrofugo, poiché facilita l’eliminazione dei liquidi nei tessuti.

Una componente fondamentale della dieta è l’introduzione della crusca d’avena, una fibra solubile che ha diverse proprietà interessanti: dona senso di sazietà, regola l’intestino e riduce il colesterolo e l’assorbimento degli zuccheri.

I principali dubbi che sorgono nel leggere di questa dieta sono l’utilizzo di edulcoranti (io personalmente ho sempre cercato di farne a meno), e di olio di vaselina (un derivato del petrolio ma io ne faccio tranquillamente a meno) per creare salse come la maionese, e la completa assenza di grassi come l’olio d’oliva, universalmente ritenuti utili per l’organismo.

Ci sono varie pensieri e opinioni per quanto riguarda questa dieta e sicuramente non è adatto a chi deve perdere troppi chili perché andrebbe a pesare troppo sui reni e al meccanismo ma se vuoi avere dei risultati in poco tempo e poi avere un metodo da seguire per rientrare in un regime alimentare dove mantieni più facilmente il peso anche dopo aver perso i chili desiderati allora penso che ne valga la pena provare.

Se volete approfondire di più potete sempre andare sul sito ufficiale www.dietadukan.it dove potete trovare moltissimi informazioni.

Nel frattempo che ritorno in forma vi tocca subire un po’ di ricette anche dietetiche da parte mia ma ovviamente vedrò di tirare fuori dal archivio anche delle ricette succulenti per voi che non avete bisogno di farla. Per rimanere in tema vi propongo dei biscotti senza un filo di grasso, piene di proteine perfette per uno spuntino che potete mangiare già dalla Fase d’Attacco (primo periodo di dieta). Tutti gli ingredienti di questa ricetta sono consentiti anche durante la fase d’attacco, i giorni di proteine pure (PP) della fase di crociera e i giovedì proteici delle fasi successive. Con le dosi di questa ricetta puoi preparare circa 4 biscotti, da consumare in 4 giorni di dieta (se vuoi rispettare le indicazioni sul consumo di crusca d’avena).

Tempo di preparazione: 10 minuti + il tempo di cottura
Quantità: 4 biscotti circa
Consentiti nei fasi: Attacco – Consolidamento – Crociera – Stabilizzazione

Ingredienti:
4 uova
6 pasticche dietor
1 cucchiaio di aroma di vaniglia
2 cucchiaio di crusca di grano
4 cucchiai di crusca d’avena
(3 cucchiai siete in fase di attacco)Preparazione:
Preriscaldate il forno a 180°C.

Separate gli albumi dai tuorli. Montate prima gli albumi a neve e lasciateli da parte.


In un cucchiaio di acqua fate sciogliere il dietor e aggiungete l’aroma di vaniglia e mescolate bene. In una ciotola mescolate i tuorli insieme ai due tipi di crusca e aggiungete il dolcificante e l’aroma.


Girate bene il composto e versate delicatamente gli albumi montate precedentemente. Su una teglia ricoperta da carta da forno formate dei mucchietti di impasto e disponeteli sulla teglia. Cuocete a metà nel forno per circa 15-20 minuti.

Serviteli freddi insieme al tè verde oppure con il latte…sono ottimi da sgranocchiare 🙂

LEAVE A REPLY