La bellissima città di Gaeta, in provincia di Latina, è famosa nel mondo per le sue bellezze, il suo fascino e le sue squisite olive (anche se le olive di Gaeta vengono da Fondi in realtà). Tra i piatti della tradizione gaetana il più famoso è sicuramente la Tiella Gaetana, che deve il suo nome alla speciale ‘teglia’ circolare in cui viene cotta. E’ un piatto povero, di origini popolari, che consentiva ai pescatori e ai contadini di avere un pasto completo, da mangiare con le mani e conservabile per qualche giorno e risale addirittura a mille anni fa. Quando abitavo a Gaeta lo mangiavo in continuazione perché è squisito:)

Questa tiella l’ho fatto con il ripieno di polipi, uno dei classici;

Tempo di preparazione: 1h + lievitazione dell’impasto
Quantità: 2 tielle per circa 4-6 persone

Ingredienti:
Impasto per pizza al latte
500 g polipi surgelati (non freschi)
10-12 pomodorini
1 spicchio d’aglio
peperoncino q.b.
olio d’oliva extravergine

Preparazione:
Preparate per prima cosa l’impasto per la pizza, qui potete trovare varie ricette da usare come base, io ho usato l’impasto al latte e ho sostituito lo zucchero con il miele.
Preparato il sugo mettendo uno spicchio d’aglio, olio e un po’ di peperoncino in una padella e fate soffriggere il tutto finché l’aglio non prende colore.

Aggiungete il polipo scongelato e tagliatelo in pezzettini di circa 3-4 centimetri. Fateli rosolare in modo che l’acqua rilasciato dal polipo si asciuga. Lavate e tagliate i pomodorini a fette e aggiungeteli nella padella assieme al polipo e lasciate cucinare per circa 40 minuti mescolando di tanto in tanto fuoco alto. Non aggiungete il sale perché il polipo e già molto salato in se.

Quando l’impasto ha lievitato e raddoppiato dividete l’impasto in quattro e stendete un cerchio, che non deve superare lo spessore di 1 centimetro. Disponete il disco ottenuto in una teglia tonda, già ben unta d’olio.

Versate sopra il ripieno preparato con i polipi e appoggiate sopra l’altro disco che avrete ottenuto stendendo l’altra metà dell’impasto, tagliate i bordi per farla centrare perfettamente.
Chiudete bene i bordi con una leggera pressione con le dita e la forchetta e poi con i rebbi della forchetta bucherellate la superficie della sfoglia.

Date un giro d’olio anche sulla superficie e preparate poi la seconda tiella mentre infornate la prima a 220°C per circa 10 minuti.

Lasciate che la tiella si riposa per circa 10 minuti prima di servirla. E’ buonissima da mangiare in tutti i modi, calda, tiepida e anche fredda!

7 COMMENTS

  1. Conosco le olive ma non questa tiella che mi ha proprio incuriosito… sarà che adoro il polipo!:) grazie per avermela fatta conoscere!:) baci

LEAVE A REPLY