Durante il periodo di Natale si sente l’odore di cannella in tutte le case svedesi. Questi dolcetti sono legati al Natale ma si mangiano ormai per tutto il periodo dell’anno. Devo ammettere che le mie non sono venute bellissimi di aspetto ma posso garantire che erano molto buone.
Lo sapevate che i Kanelbullar hanno un giorno dedicato a loro?
Sinceramente io non lo sapevo 😉 Mi sono trasferita in Italia quando avevo 18 anni, ormai da più di dieci anni fa, perciò non riesco a seguire tutte le cose come facevo una volta.
Comunque tornando ai Kanelbullar ho scoperto che nel calendario svedese esiste un giorno dedicato proprio a questo dolcetto!
Il 4 Ottobre 1999 era il 40° compleanno del Consiglio svedese dei Fornai (Hembakningsrådet) e dato che il Kanelbulle è uno dei più famosi dolcetti in Svezia hanno deciso di dedicargli una giornata tutta sua in occasione del proprio Giubileo.
Ci tenevo a spiegarvi un’ultima cosa prima di passare alla ricetta ed era la usanza che si fa in Svezia chiamata “Fika”! Ora pensate che sono impazzita del tutto vero?! 🙂
Fika è un termine svedese che significa semplicemente di andare a bere un caffè con dolce. I bar  non sono come qui dove entri a berti un espresso al bancone. Di solito esci con amici, colleghi o famiglia verso metà del pomeriggio e prendendo un tavolo ordini sia il caffè (lungo simile a quello americano) con un dolce e così fai il Fika:)
Ricordo che mia mamma preparava sempre il fika a casa durante il weekend così per le quattro ci riunivamo introno al tavolo e facevamo fika con qualcosa di buono che aveva preparato a casa!
E’ adesso finalmente arriviamo alla ricetta 🙂

Tempo di preparazione: 15 minuti + 1 ora di lievitazione
Quantità: circa 50 kanelbullar – briochine

Ingredienti per l’impasto:
150 g burro, temperatura d’ambiente
5 dl latte
1 dl zucchero
1 cucchiaino di sale
1 uovo
900 g farina di grano tenero
1 bustina di lievito per dolce, 16 g

Ingredienti per ripieno:
150 g burro, temperatura d’ambiente
1,5 dl zucchero
2 cucchiai di cannella macinata
1,5 cucchiaino di zucchero vanigliato
formine di carta
1 uovo per spennellare
zucchero perlato per la decorazione

Preparazione:
Fate sciogliere il burro in una pentola su fuoco basso.
In un recipiente mescolate insieme il latte, zucchero, sale e l’uovo e mescolate bene. Versate il tutto nella pentola con il burro e portate a temperatura d’ambiente, 37°C.
In una ciotola a parte sbriciolate il lievito e versate il composto di burro e mescolate bene. Mentre continuate a mescolare aggiungete lentamente la farina. Lavorate bene il composto su una superficie infarinata finché ottenete un impasto liscio. Spolverate un po’ di farina sulla superficie e lasciate lievitare sotto un canovaccio per circa 40 minuti.
kanelbullar_1
Nel frattempo preparate il ripieno di cannella.
Versate in una ciotola zucchero, cannella, zucchero vanigliato e il burro ammorbidito (non fuso), e mescolate fino ad ottenere una cremina liscia.

Quando l’impasto sarà lievitato, impastatelo ancora e stendetelo con il mattarello (1 cm di spessore) su una superficie infarinata, spalmate sopra la cremina che avete preparato.

Arrotolate la sfoglia su se stessa procedendo da un unico lato.

Dal cilindro ricavato tagliate le fette di circa 2 cm e poneteli nelle forme, schiacchiate leggermente i lati con le mani.

Lasciate lievitare per circa 15 minuti o mentre il forno si scalda. Spennellate la superficie con un uovo e cospargere le briochine di granella di zucchero e infornare a 225°C per circa 15-20 minuti. Lasciateli raffreddare prima di servirli.

Sono perfette anche per essere congelate.

Condividi:

9 COMMENTS

  1. Non ero così informata su questo tipo di dolce però devo dire che è molto che lo voglio fare,ho una ricetta ma un pò diversa dalla tua magari così posso confrontarla… Grazie!

  2. Vilka läckra kanelbullar, Nena. Jag känner doften ända hit. Kan tyvärr inte njuta av dem längre, men på bild går det utmärkt 🙂
    Roligt att du gillar min mat också.
    Ha det bra där nere i det vackra Italien.

  3. Che belle queste brioche,mi viene in mente che si può variare anche la farcitura interna…intanto voglio provare la tua…Ciao 🙂

  4. @Donatella: fammi sapere poi la tua versione che sono curiosa:)

    @Birgitta: tack sa mycket Birgitta!

    @Nelcuore: grazie, sono un pò bruttine ma erano buone:))

    @Maria61m: Ciao maria, si è verissimo, ci sono tantissime ricette per variare l’interno, ricordo che mia mamma li faceva anche di vaniglia:)

    @Boel: Hejsan Boel:) hihi det haller jag nog med om!

    @Cutecakes: tack sa jatte mycket! Ah underbart, naturell yoghurt, det kan man kopa har:)) Kramar:)

  5. Questo fika mi piace un sacco…sa di calore umano e cose buone…in tutti i sensi! 🙂
    incluse ste briochine delle quali faccio incetta ogni volta che vado all’ikea…pensa quanto meglio sono le tue home made…originalll!!! scopiazzo!!!

  6. Hej! Sono appena rientrata dalla Svezia dove a casa di amici le ho preparate… che buone! Adesso replico a casa mia, con gli ingredienti svedesi pero’. Ho notato che variandoli si varia anche il risultato. Per fortuna riesco a trovarli nella città dove abito (e qualcuno me lo porto dalla Svezia, lo confesso…)

LEAVE A REPLY