Ecco un’altra ricetta tradizionale svedese! Le mitiche pepparkakor o biscotti allo zenzero che non possono mancare durante il periodo natalizio. Di solito si accompagnano questi biscotti con una tazza di Glögg, il vin brulè caldo:) Si possono già comprare pronti da Ikea ma ovviamente è tutto un’altra cosa preparali a casa per poi non parlare del profumino che si sprigiona in tutta la casa. Sinceramente dopo aver fatto questi biscotti “popolare” con una bottiglietta di sciroppo d’acero da Euro 8,90 di sicuro la prossima volta devo provare a sostiurlo con il miele e poi vi dirò:)
Sono andata da Ikea per comprare le formine ma purtroppo erano già tutte finite perciò quelle che vedete nella foto ho fatto ritagliando a mano libera.
Se volete appendere i pepparkakor nell’albero potete decorarli e poi fare un piccolo taglietto con l’ago per inserire un filo. Qui sotto trovate tutte le spiegazioni:)

Tempo di preparazione: 10 minuti + 1 notte nel frigo
Quantità: circa 300 – 350 biscotti oppure 1 casa grande

Ingredienti:
250 g burro
4 dl zucchero
2 dl sciroppo d’acero
2 dl di acqua
1 cucchiaino di zenzero
2,5 cucchiaio di cannella
1,5 cucchiaio di chiodi di garofano
1 cucchiaio di bicarbonato
16 dl farina di grano tenero

Ingredienti per la glassa, per chi vuole fare la decorazione:
125 g di zucchero a velo
1 albume
1 cucchiaino di aceto o succo di limone

Preparazione:
pepparkakor_1
pepparkakor_2
In una pentola fate sciogliere il burro insiemo allo sciroppo d’acero.
pepparkakor_3
Spegnete i fornelli e versate l’acqua, lasciate raffreddare.
pepparkakor_4
In una ciotola mescolate lo zucchero con le spezie e aggiungete il liquido ottenuto con lo sciroppo, girate velocemente.
pepparkakor_5
Mescolate il bicarbonato con la farina e aggiungete anche quello al composto, girate bene. Tirate fuori l’impasto su un tavolo infarinato e lavorate bene fino ad ottenere una pasta liscia ed elastica. Avvolgete la pasta in pellicola trasparente e ponetela in frigorifero per almeno una notte.
pepparkakor_6
La pasta può rimanere nel frigorifero per almeno due settimane perciò non avete bisogno di prepare tutto il giorno dopo.

Quando volete, tirate fuori l’impasto e preparate i Pepparkakor.
pepparkakor_7
Stendete la pasta su un tavolo infarinato oppure su carta da forno. L’impasto deve essere steso molto sottile, si gonfia molto nel forno, circa 1-2 millimetri.
pepparkakor_8
Ritagliate a mano o con delle formine per biscotti a varie forme.
Ponete i biscotti in una teglia rivestita con carta da forno e cuoceteli a 220°C per circa 5 minuti o finchè hanno assunto un bel colore marrone scuro.
pepparkakor_9
Ricordate che la teglia da forno deve essere fredda prima di appoggiare i pepparkakor altrimenti si possono creare delle bollicine.
pepparkakor_10
pepparkakor_11
Se volete potete decorare i pepparkakor una volta freddi con la glassa e poi appenderli anche nel albero:)

Condividi:

5 COMMENTS

  1. Salve! Non per essere puntigliosa, ma quanto sono i decilitri in grammi? Certo, 1 litro d’acqua è un chilo d’acqua, ma la farina, lo zucchero e lo sciroppo d’acero hanno pesi specifici diversi… E io volevo tanto fare i biscottini a Natale! 🙂
    Bacioni!

  2. Ciao Irene,
    indicativamente, anche se il peso specifico varia, il rapporto è comunqe molto vicino a 1, quindi la regola 100 g = 1 dl si può applicare.
    Io comunque, per non sbagliare, utilizzo il misurino con segnato su i decilitri, riempendo fino alla tacca che mi interessa.
    Spero di averti aiutato, se manco di chiarezza fammelo sapere:)

LEAVE A REPLY